Rassegna stampa – Settegiorni del 28-09-2018

BASEBALL Dopo la conclusione della finale con Imola il presidente elogia la squadra ed ha parole «speciali» per Alessandro Bortolomai e Francesco Banfi

Stefano Basilico: «Senago è un grande gruppo che merita solo applausi»

SENAGO (pmu) Sarà per un’altra volta… Bollate e Senago archiviano una stagione vissuta recitando il ruolo del protagonista ma senza il lieto fine. La rispettiva serie con in palio la promozione in Serie A1 ha visto prevalere Redipuglia e Imola, lasciando le due «nostre» con le pive nel sacco. Bollate aveva il conforto del fattore campo, ma già in Gara Tre ha alzato bandiera bianca al cospetto dei Ranger.

Senago, sconfina due volte in casa dai Campioni d’Italia in carica di Imola, ha compiuto la bella impresa di -tenere in vita» la serie aggiudicandosi 9-2 Gara Tre, salvo poi cedere nel match successivo anche questo giocato in terra emiliana.

« L’esito della finale non oscura una stagione che considero totalmente positiva » non nasconde incertezze il tono di voce di Stefano Basilico, presidente del Senago che sottolinea: « Avevamo di fronte la squadra Campione d’Italia e le abbiamo tenuto testa con orgoglio, puntando tutto sullo spirito di gruppo.  Quella identica unione di intenti che ci ha permesso di arrivare sino alla sfida con in palio la promozione. E’ parte del segreto del successo di questa stagione, risultato per il quale ringrazio tutti, senza scendere nel dettaglio specifico del nome.  Non voglio correre il rischio di dimenticare qualcuno, perché tutti coloro che hanno lavorato a questo progetto meritano il massimo apprezzamento e ringraziamento.

E’ stata la stagione del «made in Italy»: rifarebbe la scelta? “Assolutamente si. Aver schierato solo giocatori Italiani è stata cosa buona e giusta. I nostri lanciatori hanno retto molto bene il confronto con alcuni giocatori stranieri di grande levatura. Tutti coloro che sono saliti sul monte hanno superato I’esame a pieni voti».

Lei non é abituato a fare nomi, però un paio di eccezioni vanno fatte: Alessandro Bortolomai e Francesco Banfi…

• Alessandro Bortolomai si sta confermando un manager di altissimo lignaggio: ha competenza, credibilità non solo sul territorio nazionale ma anche internazionale, ha carisma, è serio. Soprattutto, ha saputo far capire alla squadra qual è il suo ruolo e lo svolge benissimo. Se non mi arriva una «raccomandata di disdetta» – sorride Stefano Basilico – per me è già confermato anche per il prossimo anno.

«Francesco Banfi ci ha regalato tante emozioni, come quella che lui stesso ha provato, domenica quando ad un certo punto della quarta partita, Bortolomai ha chiamato il cambio affinché gli si potesse tributare la meritata -standing ovation». Era la sua ultima partita: abbracci e lacrime hanno preso il sopravvento com’era logico. Mi piacerebbe però ritrovarlo al più presto in società con altro ruolo.