Privacy Policy Perfect game sfiorato | Senago Baseball

Perfect game sfiorato

È una domenica torrida quella che fa da sfondo alla doppia sfida tra i Cucù meneghini e i leoni bresciani al Carlo Tosi: entrambe le compagini sono in cerca di risultati positivi per svoltare la loro classifica.

In gara 1 si affrontano i pitchers Virgadaula (IP 5.0 H 5 R 3 ER 3 BB 3 SO 5) e Sheldon (IP 5.0 H 5 R 3 ER 3 BB 3 SO 7) che ben amministrano, nel corso delle loro prestazioni, i line-up offensivi.
Ma nel corso della parte bassa del terzo inning, il Brescia – squadra di casa per l’occasione, segna 2 punti mettendo in base il 9° e il 1° del line up, sospinti a casa, poi, dall’ottima costruzione offensiva bresciana.
I ragazzi di Sheldon reagiscono immediatamente, però, la ripresa successiva, con le valide in successione di Betti, Guadagnino (triplo) e Pistocchi (doppio), che attestano il risultato sul momentaneo 2 a 2.
La quinta ripresa vede entrambe le compagini siglare un punto ciascuna e bisogna attendere le ultime 3 riprese per veder rotti gli equilibri stabilitesi nel corso dei primi due terzi di partita: è il Brescia a mettere la testa avanti nella settima ripresa, grazie alla premiata ditta Bazzana-Jaramillo.
Ma i meneghini non ci stanno ed eruttano nel corso dell’ottava ripresa, con l’iniziale base ball data a Betti, sostituito da pinch runner, e le successive valide di Pistocchi, Suardi (RBI) e Rotondo (triplo + 2RBI). Quest’ultimo sarà sospinto a casa, poi, da un safety squeeze di Franco.
Senago passa, quindi, in vantaggio di 3 punti e riesce ad amministrare le ultime 3 riprese grazie all’ottima prestazione dell’ultimo rilievo/closer, Monticelli, che lancia 2.1 inning e concede solo 3 valide mettendo anche a segno 3 strike out.

Arriva il momento di Gara 2 e il partente di casa è il mancino bresciano Fandino Hidalgo, all’andata autore di un’ottima prestazione: ma questa volta non può nulla contro l’attacco senaghese, che nelle 7 riprese da lui lanciate, sigla tutti i 7 punti messi a referto a fine partita. Le mazze più calde sono quelle di Betti e Pistocchi che, oltre che in gara 1, riescono ad essere decisivi anche nel corso del secondo incontro, coadiuvati dal resto del line-up, che ha dimostrato costanza di prestazione e concentrazione.
Il vero protagonista della seconda vittoria di giornata per il Senago non è il line-up, però, ma il partente Johan Belisario che non ha bisogno di rilievi e non va mai in difficoltà nel corso di tutto il game: tirerà 117 lanci mettendo a referto 14 strike out e nessuna valida concessa. Si lascia scappare solamente un turno, contro Vinetti, quando concede una base per ball alla 9^ ripresa, con due out sul tabellone.
Impresa di perfezione quasi sfiorata, ma con l’ultimo out su Gorrin, cementa la NO-HIT che regala ai suoi la seconda vittoria di giornata: padrone del monte e in controllo sin dalla prima ripresa, Johan riesce letteralmente a silenziare le mazze avversarie e non permette a – quasi nessuno – di toccare il sacchetto di prima. Well deserved per un professionista arrivato tra le nostre fila con umiltà e voglia di lavorare che sono esempio per tutti gli altri giocatori.
Impossibile, però, non menzionare l’ottima partita difensiva in terza base di Milani che compie un paio di miracoli nel corso del game: un ricevitore che non riceve durante una “no-no”, riesce comunque ad essere protagonista fuori ruolo. Uomo in Missione.
Concluso il weekend, il Senago strappa due vittorie fondamentali per tentare il recupero in classifica e, oltre alle W messe a referto, si apprezzano le ottime prove dei ragazzi di Sheldon, questa volta in grado di reagire a ogni tentativo bresciano di recupero e, soprattutto, in grado di giocare il proprio baseball con scioltezza e aggressività.
A domenica prossima, quindi, che ci verrà contrapposti al Cagliari BC, in due sfide decisive per il proseguo della stagione.
#gregazione #senago #forzasenago